ImmigrazioneOggi News ed Eventi
< Home News ed Eventi Punti di vista Associazioni in rete Consulenze Salute e Benessere Newsletter Redazione Onlus
 
News ed Eventi


11 febbraio 2010
Viminale: presentato il “Comitato per l’Islam italiano”.
19 tra esperti di religioni, conoscitori del mondo islamico, “in grado di fornire idee e formulare proposte per l’approfondimento di vari temi posti in agenda: moschee, imam, burqa, matrimoni misti”.

Si è costituito ieri presso il Ministero dell’interno il “Comitato per l’Islam italiano”. L’organismo, di carattere collegiale, ha funzioni consultive ed è composto da 19 membri scelti dal ministro dell’Interno Roberto Maroni e nominati con decreto ministeriale. I membri dell’organismo sono di nazionalità diverse: esperti di religioni, conoscitori del mondo islamico, “in grado di fornire idee e formulare proposte per l’approfondimento di vari temi posti in agenda”, dalle moschee alla formazione degli Imam, dai matrimoni misti alla macellazione delle carni.
L’organismo esprimerà anche pareri e proposte su specifiche questioni indicate dal Ministro con l’obiettivo di migliorare l’inserimento sociale e l’integrazione delle comunità musulmane nella società italiana.
Tra i componenti del Comitato ci sono il consigliere di Cassazione Mario Cicala, il docente presso l’Università di Trieste Khaled Fouad Allam, il fondatore del Centro studi sulle nuove religioni Massimo Introvigne, i giornalisti Carlo Panella e Andrea Moriggi, il segretario della grande moschea di Roma Abdellah Redouane, il direttore della sezione italiana della Lega Musulmana mondiale Mario Scialoja.
L’organismo si riunirà una volta al mese e si dividerà in sottogruppi, ognuno dei quali approfondirà una tematica.
“Fanno parte del Comitato - ha spiegato il ministro Maroni - personalità di varia estrazione: professori universitari, giornalisti, esponenti di comunità. Si tratta di un gruppo eterogeneo, scelto da me e dal sottosegretario Alfredo Mantovano, che affronterà subito temi concreti come le moschee, la formazione degli Imam, i matrimoni misti, il burqa, la lingua”.
Il Comitato, ha sottolineato il Ministro, “è diverso dalla precedente Consulta per l’Islam italiano perché non è costituito da una rappresentanza del mondo islamico, non vuole essere un tavolo sindacale, ma un organismo di consulenza che consenta a me e al Governo di prendere le decisioni più appropriate su questi temi”.
Rispetto alla precedente consulta spicca l’assenza del leader dell’Unione delle Comunità e Organizzazioni islamiche in Italia (Ucoii), guidata da Nour Dachan, così come quella dell’imam di Salerno, Amadia Rachid, e l’ex presidente dei Giovani Musulmani, Khalid Chaouki.
Tra i nuovi componenti sono presenti l’esponente dell’associazione dei Musulmani Moderati, Gamal Bouchaib; il segretario della Confederazione dei marocchini in Italia, Mustapha Mansuri; il giornalista egiziano della tv veneta La9, Mohammad Ahmad; l’intellettuale marocchino Ahmad Habous, docente dell’Università Orientale di Napoli e l’imam di Torino Abdellah Mechnoune, segretario della Lega mondiale degli Imam.
(Red.)



 
Formazione finanziata
FormazioneWebTV - Formazione a distanza con la webtv interattiva

Corsi e seminari per impiegati dello studio notarile e dello studio commercialista Impiegati di Studi notarili e commercialisti

Catalogo 2013 > Corsi e seminari per impiegati dello studio notarile e dello studio commercialista: 80% del costo sostenuto finanziato da Fondoprofessioni. L’iscrizione al Fondo è semplice e gratuita.
Password personale al titolare dello Studio per seguire autonomamente il corso in qualità di uditore, senza costi aggiunti.

  © 2006-2013, Studio Immigrazione