ImmigrazioneOggi News ed Eventi
< Home News ed Eventi Punti di vista Associazioni in rete Consulenze Salute e Benessere Newsletter Redazione Onlus
 
News ed Eventi


22 febbraio 2012
Riccardi: una riorganizzazione dei permessi di soggiorno per rendere meno “umilianti” e meno costosi gli adempimenti.
Audizione del Ministro alla Commissione affari costituzionali del Senato. Annunciata una vasta consultazione con i Consigli territoriali per l’immigrazione e una visita nei Cie insieme alla Cancellieri.

Semplificazione burocratica che renda più snelli e soprattutto meno “umilianti” gli adempimenti di legge per gli immigrati che risiedono e lavorano nel nostro Paese e attenuino il peso del contributo economico richiesto per il rinnovo del permesso di soggiorno.
È quanto ha ribadito ieri il ministro per la Cooperazione e l’Integrazione, Andrea Riccardi, nell’audizione presso la Commissione affari costituzionali del Senato.
Il ministro, rispondendo ad alcuni quesiti dei senatori, ha detto che “con il ministro dell’Interno Cancellieri siamo d’accordo per eliminare quelle norme vessatorie, quei ritardi inspiegabili e quelle lentezze burocratiche che rendono particolarmente umiliante per i cittadini stranieri la richiesta di permessi, documenti e certificati”. “Abbiamo intenzione – ha poi detto Riccardi –, in questo senso, di incontrare i Consigli territoriali per l’immigrazione e i prefetti che li presiedono per una larga consultazione”.
Sulla tassa per il rinnovo e rilascio del permesso di soggiorno, recentemente entrata in vigore, ha spiegato che “di concerto con il ministro dell’Interno, con il quale opero, inciderò sul costo dei permessi di soggiorno non per cambiare normativa, ma per trovare una soluzione equilibrata”. Si fa strada, come già ventilato da ambianti tecnici, l’intenzione di lasciare immutato il contributo previsto dal Ministero dell’economia ed agire per un allungamento della validità dei titoli di soggiorno. Un indirizzo questo confermato anche dalla preoccupazione del ministro per il crescente numero di immigrati che non riesce a rinnovare il permesso di soggiorno.
“Esiste il rischio – ha detto Riccardi – che i cittadini stranieri diventino irregolari: la Caritas dice che 600 mila permessi di soggiorno rilasciati per motivi di lavoro subordinato, lavoro autonomo, motivi di famiglia e attesa di occupazione, in un anno tra il 2009 e il 2010, sono scaduti e non sono stati rinnovati”. Secondo Riccardi, si può stimare che 350 mila di questi “rischiano di finire nel circuito dell’irregolarità”.
Il titolare della Cooperazione internazionale e dell’Integrazione ha poi annunciato di voler svolgere delle approfondite visite nei Centri di identificazione ed espulsione “per verificare le condizioni di vivibilità all’interno di questi”.
(Al. Col.)



 
Formazione finanziata
FormazioneWebTV - Formazione a distanza con la webtv interattiva

Corsi e seminari per impiegati dello studio notarile e dello studio commercialista Impiegati di Studi notarili e commercialisti

Catalogo 2013 > Corsi e seminari per impiegati dello studio notarile e dello studio commercialista: 80% del costo sostenuto finanziato da Fondoprofessioni. L’iscrizione al Fondo è semplice e gratuita.
Password personale al titolare dello Studio per seguire autonomamente il corso in qualità di uditore, senza costi aggiunti.

  © 2006-2013, Studio Immigrazione